Casa Rosa Montmartre: la Maison Rose di Parigi

Casa Rosa Montmartre: la Maison Rose di Parigi

Uno dei luoghi imperdibili da visitare a Parigi, soprattutto nel suggestivo quartiere di Montmartre, è sicuramente “La Maison Rose“. Questo edificio storico ha resistito al passare del tempo, alle devastazioni delle guerre e alla speculazione edilizia, mantenendo intatto il suo fascino poetico e quasi fiabesco.

La Maison Rose di Montmartre è uno dei luoghi più affascinanti di Montmartre, che attrae sia curiosi che fotografi desiderosi di catturare la sua bellezza. Ma dietro questa facciata insolita si cela un accogliente ristorante di quartiere, diventato nel tempo un’icona della vivace città di Parigi.

La Maison Rose Montmartre

Montmartre è un quartiere speciale a Parigi che cattura l’attenzione di tutti, dai fotografi agli abitanti del posto. È un labirinto di stradine e scale dove ci si può sentire pieni di energia. Ogni volta che ci si trova lì, si scoprono nuove cose interessanti: scatti unici, particolari insoliti e panorami mozzafiato. E tra i luoghi più famosi di Montmartre, c’è la Maison Rose (la Casa Rosa di Montmartre, in italiano) un posto davvero speciale.

Situata in un incantevole angolo di Montmartre, tra le strade di rue de l’abreuvoir e rue des saules, sorge la Casa Rosa di Parigi, adagiata accanto a un edificio ricoperto di edera. Questo luogo è diventato un’icona del fascino di Montmartre e porta con sé una storia affascinante. A breve distanza è possibile raggiungere la Basilica del Sacro Cuore di Montmartre.

La Casa Rosa di Montmartre (la maison rose) tinteggiata di questo colore atipico, si dice debba la sua tonalità a Laure Gargallo, modella di Picasso. Acquistata da lei all’inizio del XX secolo, fu dipinta di rosa prima di diventare un accogliente caffè frequentato da artisti, contribuendo così a creare un’atmosfera unica in questo affascinante quartiere parigino.

Tuttavia, se stai pianificando di andare a Parigi, ricordati di inserire nell’itinerario di Parigi in 3 giorni Montmartre. La Casa Rosa è davvero un’esperienza indimenticabile che non puoi perderti.

Se decidi di visitare a Montmartre, la Casa Rosa, qui puoi assaporare piatti tipici della cucina francese e italiana, preparati con ingredienti freschi e di stagione. Il menu si rinnova costantemente seguendo le stagioni, promettendo sempre esperienze culinarie fresche e sorprendenti. Inoltre, il ristorante si impegna per un’etica eco-responsabile, preferendo ingredienti locali e proponendo una vasta selezione di bevande con un’attenzione particolare agli ingredienti biologici.

Leggi anche: Come muoversi a Parigi, info sui trasporti

La Maison Rose, Paris: storia

Perché è famosa la maison rose? La casa rosa di Montmartre ha una storia molto antica e affascinante. È diventata famosa non solo per il suo colore insolito, ma soprattutto perché era un punto di ritrovo per molti artisti all’inizio del XX secolo. Uno di questi artisti era Maurice Utrillo, nato proprio a Montmartre, che ha reso la bellezza della Maison Rose famosa in tutto il mondo con il suo dipinto “La petite Maison Rose” del 1900.

In realtà, la Maison Rose de Montmartre, (casa rosa di Montmartre), ha inizio molti anni prima, intorno al 1850, quando non era che una modesta costruzione situata in un villaggio periferico di Montmartre. In quei tempi, Montmartre era un luogo pittoresco, circondato da case di campagna e caratterizzato dalla presenza di mulini a vento.

Successivamente, la casa fu acquistata da Laure Germaine Gargallo, modella associata a Pablo Picasso. Ispirata da un viaggio in Catalogna, Laure decise di dipingere la casa di un vivace colore rosa. Con il tempo, trasformò la modesta costruzione in una piccola locanda, diventando un punto di ritrovo per amici e artisti e contribuendo così alla sua crescente fama nel quartiere di Montmartre.

La Casa Rosa di Parigi, (la maison rose Montmartre) era un luogo speciale frequentato da grandi personaggi come Picasso, Modigliani, Edith Piaf e Charles Aznavour, che amavano incontrarsi e mangiare lì. Negli anni successivi, con il cambio di gestione, la Maison Rose perse quel fascino che aveva inizialmente per il suo ritrovo per artisti.

Verso gli anni ‘30 la Maison Rose riuscì fortunatamente a resistere a un’intensa opera di urbanizzazione, anche se diventò gradualmente poco più di un altro locale anonimo nel quartiere. Poi, intorno agli anni ’70, subì un’ulteriore trasformazione perse addirittura il suo originario colore rosa, venendo dipinta di bianco.

Solo di recente, grazie a documenti storici e fotografie d’archivio, il proprietario attuale ha deciso di restituire a la Maison Rose il suo antico splendore. Questo ha comportato il ripristino del suo iconico colore rosa, rendendola di nuovo uno dei simboli principali del quartiere di Montmartre.

Oggi, La Maison Rose è diventata una delle mete preferite per gli scatti su Instagram, ma offre anche l’atmosfera perfetta per un caffè pomeridiano.